Andrea Federici

Andrea Federici nasce a Casalmaggiore di Cremona nel 1957, intraprende gli studi all’Istituto d’Arte di Parma, frequenta successivamente l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove si diploma. Sperimenta diversi linguaggi pittorici occupandosi da principio anche di fotografia artistica che poi successivamente abbandona in favore della pittura, passione che coltiva fin da adolescente. Molto attratto dall’arte figurativa conosce, ancora giovane, il pittore Tino Aroldi che frequenta la sua famiglia ed avrà una certa influenza nella sua pittura, soprattutto sull’idea del colore. Dopo l’Accademia studia le tecniche della pittura antica con la quale realizzerà un ciclo di quadri con tale ispirazione, infine andrà nella direzione di tecniche più moderne che gli consentono una resa più immediata e vibrante e dove le opere si rivolgono a una concezione più intimistica. Attualmente, dopo la conoscenza di altre realtà pittoriche e la sperimentazione con altri amici pittori, la struttura delle opere si è fatta più complessa, la concezione più eterogenea: una commistione tra passato e presente, tra realtà e interiorità. Nell’opera esposta: “Oltremare”, Federici presta particolare attenzione alla progettualità delle forme e all’armonia del colore. Il soggetto manifesta tutto il disagio di chi si trova ad affrontare luoghi e culture differenti dal proprio ambiente, un’opera che invita alla riflessione verso chi è costretto ad abbandonare il proprio paese per cercare di migliorare le proprie condizioni di vita.

Vive e opera a Casalmaggiore